Le nostre origini

sedeinnsbrukLe origini delle Suore di Carità di San Vincenzo de' Paoli vanno situate nel piccolo paese francese di Levesville. Qui verso l'anno 1697 un gruppo di ragazze incominciò, sotto la direzione del parroco Louis Chauvel, a condurre una vita consacrata a Dio e al servizio dei poveri. Dopo pochi anni questa comunità si trasferì a Chartres. Qui assunse la denominazione di “Suore di San Paolo”.

Per interessamento del vescovo di Strasburgo, il Cardinale Rohan, le Suore accolsero alcune ragazze provenienti dalla regione dell'Alsazia, per formarle alla vita religiosa e al servizio ai poveri.

Nel 1732 questa comunità di alsaziane incominciò il suo servizio a Zabem, e più tardi anche a Strasburgo.

Allorché Vincenzo de' Paoli nel 1737 fu canonizzato, il superiore Antoine Jean-Jean entusiasmò le Suore di Strasburgo proponendo loro l'ideale e l'opera di Vincenzo, “padre dei poveri”,  con l'idea che lo considerassero il loro santo fondatore.

Per questo motivo le comunità fondate a partire da quella di Strasburgo si diedero il nome di “Suore di Carità di San Vincenzo de' Paoli”.

La comunità delle Suore di Carità di Monaco di Baviera fu fondata nel 1832 per iniziativa di Ludovico I re di Baviera. La prima madre generale fu suor Ignazia Jorth, proveniente da Strasburgo.

La fondazione della comunità di suore ad Innsbruck si deve all'iniziativa dell'avvocato dott. Alfonso de' Pulciani e del prevosto del Duomo Giovanni Duille.

Nel 1836 l'imperatore Ferdinando I diede la sua approvazione al progetto. Quattro giovani tirolesi furono inviate alla casa madre delle Suore di Carità a Monaco, dove ricevettero la formazione e la preparazione al servizio di suore.

Nella primavera 1839 suor Ignatia Jorth accompagnò personalmente le prime quattro novizie tirolesi nel convento e nel nuovo ospedale di Innsbruck adiacente alla Spitalskirche.

Nel 1862 le suore si trasferirono nell'attuale casa madre.

Dal 1970 la congregazione è membro della federazione vincenziana.

Travel Turne Tranzito